TOMOLPACK MARUDO 1
PALZOLA PAVIC ROMAGNANO 3
(25-19 24-26 23-25 23-25)

Tomolpack Marudo: Bernocchi (L) 1, Stringhi 13, Bettini 15, Roncoroni 10, Bocchino 10, Francesconi 9, Cerri 1, Pellini, Samarati 2, Petkovic; n.e. Palandrani, Rossi (L2), Bomparola; all.: Vassallo, Vasi.

Continua (purtroppo) la striscia negativa delle ragazze in nero-fucsia che, nonostante il grande lavoro in palestra, non riescono nell’impresa di portare a casa la tanto agognata prima vittoria e punti preziosi sia per il morale sia per togliersi da quella posizione in classifica marcata di rosso.

A nulla sono valsi gli sforzi di tutta la squadra per prepararsi al meglio - in settimana - per questa partita; a favore delle nostre va detto che quella contro Romagnano è stata la partita meglio giocata sinora, ma nonostante ciò manca ancora quel quid indispensabile per concretizzare le tante fatiche che le ragazze e lo staff mettono.

Infatti, venendo alla cronaca della gara, Marudo ha fatto un gran lavoro per recuperare il "solito" handicap iniziale, che vede le ragazze di Mister Vassallo subire all’inizio di ogni gara; dopo i timeout le marudesi spingono tanto, recuperano e fanno loro il primo set.

Nel secondo set le padrone di casa continuano ad imporre il loro gioco e controllano le avversarie; sembra essere la serata giusta … ma nonostante tutto ciò ancora non basta, infatti le avversarie riducono le distanze e come un treno in corsa vanno a vincere ai vantaggi; 1-1 e si riparte.

Anche il terzo e quarto set si caratterizzano per quella mancanza, che dicevamo prima, nel concretizzare il buon lavoro fatto (i punteggi dimostrano che questa volta si è lottato sino alla fine); è mancato veramente poco per il colpaccio, ma al dunque le avversarie si sono rilevate più ciniche e, agonisticamente parlando, più cattive.

Questo l’atteggiamento che ha fatto la differenza tra Marudo e le ragazze di Romagnano, premiate dunque da un risultato a punteggio pieno.

Prossimo appuntamento per Domenica 11 Novembre, contro Labormet Lingotto a Torino, per quello che possiamo già dire come scontro diretto tra due formazioni al momento separate da un solo punto.