Un gran colpo di mercato quello messo a segno dal presidente Fioretti, che porta Valentina Cozzi a vestire i colori di Marudo.

Valentina è una giocatrice con una grandissima esperienza, maturata grazie alle collaborazioni con nomi importanti, tra i quali è impossibile non citare Giancarlo Mazzola, Carlo Parisi e Luciano Pedullà.

Che sia un talento naturale lo si capisce molto presto, in quel di Sannazzaro de Burgondi dove inizia a giocare a 13 anni in Serie C come schiacciatrice; la sua permanenza a Sannazzaro la porta anche al debutto in serie B2.
Valentina ben presto si trova sulla rampa di lancio e, grazie all'intuizione di Pedullà, inizia la sua "nuova" carriera nel ruolo di libero che la porta a 21 anni ad esordire in A2 a Busto Arsizio con Mister Mazzola.

Quello di libero sarà un ruolo che ricoprirà per diverse stagioni; in questo periodo Valentina raggiunge importanti risultati come una Coppa Italia di A2 e la promozione in A1 a Sassuolo (insieme a Mister Pedullà), una Coppa Italia di B1 e la promozione in A2 a Crema.

La voglia di tornare ad attaccare era troppo forte e quindi ecco che Valentina, riavvicinandosi a casa, smette la maglia da libero e torna alle origini giocando per due stagioni a Cairoli in B2 e poi per ben sei anni a Garlasco tra B2 e B1.

Ma galeotta fu una chiamata dal Canton Ticino con la quale Volley Lugano proponeva a Valentina il ritorno da libero per giocare nella massima categoria elvetica; come dire di no? sarà una stagione, l'ennesima, ricca di soddisfazioni, con un 5° posto finale e con l'accesso alla Challenge CUP, la terza Cup Europea per importanza.

Come se non bastasse quanto fatto finora, nasce un nuovo amore per Valentina: inizia a giocare - ma anche ad allenare - a beach volley portandola a nuovi importanti traguardi come la conquista del primo posto della selezione maschile al Trofeo delle provincie.

Non vediamo l'ora di poterla dunque ammirare con la maglia nero-fucsia di questa rinata Tomolpack Marudo.